Produzione barbatelle di vite certificate e garantite


VARIETA' NERE CLONI

TEROLDEGO SMA 138
SMA 133
SMA 145
SMA 152

Pinot Nero

Pinot Nero
LAGREIN

ISMA 265
ISMA 261
SMA 63
SMA 66
L.B. 509

PINOT NERO SMA 201
SMA 191
SMA 185
MERLOT R. 3
ISV-F-V 2
ISV-F-V 4
ISV-F-V 5
ISV-F-V 6
181 FR.
CABERNET SAUVIGNON R. 5
338 FR.
Lagrein ISMA 261

Lagrein ISMA 261
CABERNET FRANC ISV-F-V 4
ISV SAVARDO 7
ISV SAVARDO 8
MARZEMINO SMA 9
STANDARD
• REBO STANDARD
• GROPPELLO VALLE DI NON STANDARD
SCHIAVA SMA 40
SMA 43
• MOSCATO ROSA STANDARD
• "SENNEN"
Incrocio Rigotti n. 107-2
(Merlot x Marzemino gentile)
STANDARD
• "GOSEN"
Incrocio Rigotti n. 123-4
(Cabernet franc x Marzemino gentile)
STANDARD  
SANGIOVESE

ISV 2
R. 24
B-BS-11
FEDIT 20 CH
FEDIT 21 CH
FEDIT 22 CH
SS-F9-A5-48

 
LAMBRUSCO MAESTRI CAB 16  
LAMBRUSCO SALAMINO CAB 1  
LAMBRUSCO GRASPAROSSA CAB 7  
LAMBRUSCO SORBARA CAB 214  
ENANTIO SMA-ISV 317  
CARMENERE R. 9  
ANCELLOTTA FEDIT 18 CSG  

<< INDIETRO




ATTENZIONE: QUESTA PARTE E'IN COSTRUZIONE.




TEROLDEGO  

Origine (Cenni storici): il Teroldego sembra sia arrivato in Trentino, dalla vicina provincia di Verona (Gallo, 1947) dove lo si poteva ritrovare mescolato con altre varietà, nei vigneti attorno al lago di Garda con il nome di Tirodola per le modalità di coltivazione con il tutore vivo (le tirelle). Oggi la coltivazione è limitata quasi esclusivamente al Campo Rotaliano, zona della Valle dell'Adige a nord di Trento. Il Teroldego appare negli "Annali dell' Agricoltura del Regno d'Italia" del 1811 di Filippo Re, per ritrovarlo nuovamente bisogna aspettare l'Acerbi (1825) che riporta la descrizione
del Pollini (1819). La prima vera descrizione comunque è da attribuire al Mach (1894). Il Goethe (1876) la annovera tra le uve del Tirolo. Presenta notevoli affinità genetiche con il Lagrein, il Marzemino e lo Syrah con i quali condivide probabilmente l'origine orientale (Scienza et. al., 2000).

 
     



<< INDIETRO


LAGREIN  

lagrein
Foto 1

lagrein
Foto 2

SMA 63 (Foto 1): buona vigoria, molto produttivo; germogliamento tardivo; grappolo grande, piramidale, alato (due), compatto, acino con buccia consistente; resistente alla botrite, meno sensibile al disseccamento del rachide; fertilità reale: 1.40; vino con buona intensità colorante, sapore speziato, in purezza è preferibile consumarlo giovane; adatto al taglio, conferendo struttura, con vini che sopportano invecchiamento (Teroldego, Marzemino, Pinot nero);

SMA 66 (Foto 2): elevata vigoria, produttivo, costante; germogliamento tardivo; grappolo corto, piramidale, alato (una), compatto; sensibile alla botrite ed al disseccamento del rachide; fertilità reale: 1.13; vino con buona intensità colorante, profumato, sapido, pieno; adatto all'uvaggio per la produzione di vini da invecchiamento;

ISMA 261 (Foto 3): si distingue dallo SMA 66 per la taglia inferiore del grappolo, ma per effetto della superiore fertilità, inclusa quella basale, risulta più produttivo; buona la tolleranza nei confronti della botrite e del disseccamento del rachide; fertilità reale 1.44; il vino è adatto all'invecchiamento e si caratterizza per il superiore contenuto di antociani e di polifenoli;

ISMA 265 (Foto 4): a sua volta si differenzia dal precedente per la superiore fertilità; fertilità reale: 1.51; e, sotto l'aspetto enologico, per conservare meglio l'acidità;

Lb 509 (Foto 5): vigoroso, produttività medio-scarsa, non costante, soggetto a colatura, fertilità elevata; rustico, di ottima qualità; grappolo piccolo, corto, piramidale, alato (una), semicompatto, acino medio-grosso, sferico, buccia di colore blu-nero intenso, uniforme, consistente; buona resistenza alla principali malattie crittogamiche; fertilità reale: 1.34; vino di colore intenso, con riflessi violacei, profumo di viola, di buona struttura, utile un invecchiamento medio (2-3 anni) perché si affini.

 
lagrein
Foto 5
lagrein
Foto 6
lagrein
Foto 7


<< INDIETRO

SCHIAVA GROSSA  

lagrein

SMA40: notevole vigoria, elevata produttività; a duplice attitudine; grappolo medio, alato (una), spargolo, acino grosso; meno sensibile al disseccamento del rachide ed alla botrite; fertilità reale: 1.03; vino discretamente alcolico, fruttato, con discreto corpo, di pronta beva.

 
     



<< INDIETRO

SANGIOVESE  
lagrein
Foto 1
lagrein
Foto 2
lagrein
Foto 3
lagrein
Foto 4

ISV 2 (Foto 1): media vigoria e produttività, stabile, fertile; grappolo corto, conico, se­micompatto, con piccola ala, acino medio-piccolo, ellissoidale corto, buccia di colore blu-­nero, consistente; inferiore sensibilità alla botrite, nella media varietale per le altre princi­pali crittogame; fertilità reale: 1.60; vino rosso rubino carico, con riflessi violacei, profu­mo intenso di frutti rossi, strutturato, sapido, persistente in bocca; adatto a lungo invec­ chiamento.

R. 24 (biotipo medio Predappio) (Foto 2): buona vigoria, assicura buona pro­duzione (con leggera acinellatura dolce), costante; anticipa il germogliamento e la ma­turazione (di 5-7 giorni), per cui ben si adatta alle zone fresche (oltre i 400 m s.l.m.); di qualità; grappolo 111edi(), piramidale, con due ali evidenti, compatto, acino medio, su­brotondo, buccia ricca di colore, spessa; resistente alla botrite; fertilità reale; 1.35; vino ricco di colore, fresco, leggero di corpo, delicatamente fruttato, di pronta beva; si presta all' uvaggio, alla produzione di vini novelli e al medio invecchiamento;

B-BS-11 (Foto 3): buona vigoria, produzione media e costante, elevata fertilità, anche quella basale, versatile; grappolo medio-piccolo, compatto, allungato, alato (una), acino medio ovoide, buccia di colore blu uniforme, consistente; buona tolleranza alla botrite; fertilità reale: 1.58; vino rosso rubino, profumo vinoso, delicato, alcolico, acidità sostenu­ta, sapido, di corpo; adatto alla produzione di vini da destinare all' invecchiamento.

ISFEDIT 20 CH (Foto 4): buona vigoria e produzione; ritarda la maturazione di una settimana e assicura mosti più zuccherini rispetto agli altri cloni dello stesso gruppo; versatile, rustico, di buona qualità; grappolo medio, piramidale,:con ala molto sviluppata, piuttosto spargolo, acino medio-piccolo, ovale, buccia di colore blu scuro, uniforme­mente distribuito, consistente; fertilità reale: 1.18; in purezza dà un vino ricco di colore, di corpo, fruttato, alcolico, adatto all'invecchiamento anche in barrique; in uvaggio, con uve bianche (Malvasia b. lunga) conserva il tipico profumo di fruttato oltre che ac quistare maggior rotondità;

FEDIT 21 CH (Foto 5): vigoroso e produttivo; anticipa di una settimana l'epoca di vendemmia; versatile, rustico, di qualità; grappolo conico, tendenzialmente compatto, alà to, acino medio-piccolo, ovale, buccia di colore blu scuro, uniforme; fertilità reale: l.35; vino di colore rubino intenso, di corpo, adatto all'invecchiamento; in uvaggio aggiunge profumo e struttura;

FEDIT 22 CH (Foto 6): media vigoria, ma inferiore agli aItri dello stesso gruppo; buona la produttività; versatile, rustico, di qualità; grappolo meno che medio , conico-piramidale, allungato, con ala evidente, compatto, acino medio-piccolo , buccia di colare blu scuro, consistente; fertilità reale: 1:22; vino equilibrato, aIcolico, strutturato, sapido; adatto aIl' invecchiamento ed all' uvaggio, a cui aggiunge profumi e struttura.

SS-F9-A5-48 (Foto 7): vigoria media, produttività buona e costante, fertilità elevata, anche quella basale; consigliabile una raccolta posticipata, ubiquitario, versatile; grappolo medio, cilindrico-piramidale, alato (una), semicompatto, acino medio, obovoide, buccia colore blu-nero, uniformemente distribuito, consistente; buona tolleranza alla botrite; fertilità reale: 1.52; vino rosso rubino con riflessi violacei marcati, profumato, di corpo, ricco di sostanze coloranti, stabile; adatto a lungo invecchiamento.

 
lagrein
Foto 5
lagrein
Foto 6
lagrein
Foto 7



<< INDIETRO

PINOT NERO  

lagrein
Foto 1

SMA 185 (Foto 1): vigoroso, produttività inferiore alla popolazione; buona qualità; grappolo medio, cilindrico, alato (una), serrato, acino medio, con buccia ricca di colore, media consistenza; inferiore sensibilità alla muffa grigia, tendenziale sensibilità al dis­seccamento del rachide; fertilità reale: 1.57; vino rosso rubino, delicatamente profuma­to, mediamente alcolico, sapido, gradevolmente amarognolo, di struttura, armonico; si presta, vinificato in bianco, per base spumante;

SMA191 (Foto 2): vigoroso, media produttività, elevata qualità; gràppolo grande, alato (una), compatto, acino medio, buccia intensamente colorata, sottile; sensibile alla botrite; fertilità reale: 1.26; vino ricco di colore, alcolico, sapido, ricco di struttura, adatto all'invecchiamento; si presta, vinificato in bianco, come base spumante;

SMA201 (Foto 3): vigoroso, buona produttività; le uve hanno un contenuto polifenolico superiore agli altri cloni SMA, di elevata qualità; grappolo medio-piccolo, alato (una), compatto, acino medio-pìccolo, buccia ricca di colore, di media consistenza; inferiore sensibilità alla botrite; fertilità reale: 1.58; vino con fragrante bouquet, sapore asciutto, pieno; vinificato in bianco si presta come base spumante; all' uvaggio aggiunge profumo e struttura.

 
lagrein
Foto 2
lagrein
Foto 3



<< INDIETRO

MERLOT  

lagrein
Foto 1

lagrein
Foto 2

lagrein
Foto 3

lagrein
Foto 4

R. 3 (Foto 1): vigoria e produttività media, costante; elevata fertilità, anticipa la maturazione, di ottima qualità; grappolo meno di medio, piramidale, alato (una), semi-compatto, acino medio, buccia di media consistenza, con raspo rosso; ottima resistenza alla botrite; fertilità reale: 1.47; vino ricco di colore, con profumo e sapore erbaceo, intenso, molto strutturato, di corpo; si affina con l'invecchiamento prolungato, si presta all'uvaggio con i vitigni bordolesi;

ISV-F-V 2 (Foto 2): vigoroso, buona capacità produttiva, costante, elevata fertilità; inferiore percentuale di gemme cieche con potature lunghe ma non ricche; versatile, sufficiente qualità; grappolo medio, lungo, piramidale, alato (una), semicompatto, acino sferico, medio, buccia di colore blu scuro, d'intensità inferiore nella parte terminale del grappolo, di media consistenza; sensibile alla botrite; fertilità reale: 1.57; vino di colore rosso rubino, con riflessi rossastri, poco intensi, profumo vinoso, persistente, fruttato, sapore fruttato, snello, di pronta beva; adatto all'uvaggio con i bordolesi ed alla produzione di vini rosati e novelli;

ISV-F-V 4 (Foto 3): media vigoria e produttività, costante, buona fertilità; versatile, elevata qualità; grappolo medio, piramidale, alato (una), semicompatto, acino medio-grosso, sferico, buccia di colore uniforme, di buona consistenza; tollerante nei confronti della botrite; fertilità reale: 1.79; vino di colore rosso rubino intenso, con riflessi violacei, profumo vinoso, di frutti di sottobosco, persistente ed erbaceo, che è prevalente, sapore leggermente astringente, con retrogusto persistente, di struttura elevata; si presta all'invecchiamento prolungato, all'uvaggio aggiunge struttura;

ISV-F-V 5 (Foto 4): buona vigoria, buona produttività, fertilità media; tende ad esaltare la caratteristica delle gemme cieche con potature lunghe, utile il diradamento dei grappoli, versatile; grappolo di media lunghezza, grosso, piramidale, alato (due), semi-compatto, acino sferico, medio-grosso, buccia di colorazione blu scuro, uniforme, di media consistenza; tollerante nei confronti della botrite; fertilità reale: 1.56; vino di colore rosso rubino intenso, profumo vinoso, fruttato, sapore vinoso, di frutta di sottobosco, persistente, non manca l'erbaceo, di corpo; si presta all'invecchiamento (2-3 anni), adatto all'uvaggio con vini rossi di qualità;

ISV-F-V 6 (Foto 5): media vigoria, elevata la produttività, costante, buona fertilità; versalile, buona qualità; grappolo medio, piramidale, alato (una), semicompatto, acino medio-grosso, sferico, buccia di colore uniforme, di buona consistenza; tollerante nei confronti della botrite; fertilità reale; 1.50; vino di colore rosso rubino intenso, profumo vinoso, leggermente erbaceo, deboli profumi di frutti di sottobosco, sapore leggermente erbaceo, ricorda i frutti di sottobosco, di buona struttura, sufficiente tannicità; sopporta un medio periodo d'invecchiamento (circa 2 anni), all'uvaggio aggiunge struttura.

Merlot 181 Francese:
(Foto 6): vigoria contenuta, come la capacita produttiva, costante; grappolo medio-piccolo, semicompatto, acino medio, sfèrico, buccia di colore nero violaceo, uniforme, consistente; sensibilità alle principale crittogame nella media varietale; fertilità reale: 1.69; vino di colore rosso rubino con sfumature violacee, prorumo fruttato da confettura, speziato, sapido, struttura ed acidità equilibrate, dal gusto complesso, ricco di polifenoli e di tannini che con l'invecchiamento diventano morbidi; all'uvaggio aggiunge struttura per l'ottenimento di vini da lungo invecchiamento;

 
lagrein
Foto 5
lagrein
Foto 6



<< INDIETRO

MARZEMINO  
lagrein
Foto 1
lagrein
Foto 2

SMA 9 (Foto 1): vigoroso, produttivo; grappolo grande, piramidale, spargolo, acino grosso, buccia di consistenza media-spessa, si presta all'appassimento; sensibile all'oidio e botrite, discreta resistenza al disseccamento del rachide; fertilità reale: 0.95; vino ricco di colore, con profumo di marasca e di frutti da sottobosco, ricco di fruttato, strutturato, adatto all'invecchiamento; al taglio aggiunge colore, struttura e profumo di frutti di sottobosco;

SMA 18 (Foto 2): notevole vigoria, molto produttivo, costante; gràppolo grande, grosso, piramidale, compatto, acino medio-grosso, buccia consistente; buona resistenza alla muffa grigia, sensibile all'oidio ed al disseccamento del rachide; fertilità reale: 1.22; vino dotato di colore, con profumo vivace di frutti di sottobosco, ma non intenso; adatto per vini freschi.
 
     



<< INDIETRO

LAMBRUSCO MAESTRI  
lagrein

CAB 16: elevata vigoria e produttività, costante, fertilità elevata, buona sulle gemme basali; plastico, versatile, rustico; grappolo medio, conico, con ala sviluppata, mediamente compatto, acino piccolo, ellissoidale, buccia di colore blu-nero, spessa; mediamente sensibile alla botrite; fertilità reale: 1.60; da uvaggio.

 
     



<< INDIETRO

LAMBRUSCO SALAMINO  
lagrein

CAB 1: vigoroso, di media produttività, costante, fertile; grappolo piccolo, cilindrico-conico, alato (una), compatto, acino piccolo, sferico, buccia intensamente colorata di colore blu-nero, consistente, ma non spessa; discreta tolleranza nei confronti delle principali crittogame, specie alla botrite; fertilità reale: 1.73; vino di colore rosso rubino intenso, con riflessi violacei, profumo vinoso, fruttato, sapido, fresco, acidulo; da consumare giovane in purezza, viene utilizzato in uvaggio per la produzione di vini frizzanti amabili o secchi.

 
     

<< INDIETRO

LAMBRUSCO GRASPAROSSA  
lagrein
Foto 1

 

 
     

 

<< INDIETRO

LAMBRUSCO SORBARA  
lagrein
Foto 1

 

 
     

 

<< INDIETRO

CABERNET SAUVIGNON  
lagrein
Foto 1
lagrein
Foto 2

R. 5 sel. Ferrari (Foto 1): vigoria equilibrata, produzione buona e costante, buona la fertilità; la vendemmia ritardata garantisce positivi effetti, buona lignificazione, di ottima qualità; grappolo di media grandezza, alato (una), compatto, acino medio, sferico, buccia intensamente colorata, di media consistenza; sensibilità alle principali crittogame nella media; fertilità reale: 1.28; vino con delicato sapore erbaceo, intenso, con ottima intensità colorante, strutturato, migliora con l'invecchiamento; si presta agli uvàggi sia con bordolesi che con altri grandi vini italiani.

CLONE 338 FRANCESE:
(Foto 2): vigoria mequilibrata, produzione buona e costante, buona la fertilità; buona lignificazione, di ottima qualità; grappolo di media grandezza, alato (una), compatto, acino medio, sferico, buccia intensamente colorata, di media consistenza; sensibilità alle principali crittogame nella media; fertilità reale: 1.28; vino intenso, ottimo colore, con struttura, si presta molto bene all' l'invecchiamento; si presta agli uvàggi sia con bordolesi che con altri grandi vini italiani.

 
     

<< INDIETRO

CABERNET FRANC  
lagrein
Foto 1
lagrein
Foto 2
lagrein
Foto 3

ISV-F-V 4 (Foto 1): vigoroso, media produttività, costante, fertilità buona, ridottà quella basale; posticipa leggermente il germogliamento; di qualità; grappolo grosso, cilindro-conico, alato (due), semispargolo, non acinella, acino medio-grosso, rotondo, buccia con colorazione uniforme, di media consistenza; tollerante nei confronti della botrite e delle altre principali crittogame; fertilità reale: 1.45; vino di colore rosso violaceo intenso, con marcati riflessi violacei, profumo erbaceo, persistente, sapore erbaceo marcato, di acidità sufficiente, con buona struttura se il terreno è pesante oppure modesta in terreni ricchi di scheletro; non si presta all'invecchiamento ed all'uvaggio;

ISV Savardo 7 (Foto 2): buona la capacità produttiva, la fertilità, inclusa quella basale; plastico, preferisce zone collinari; grappolo medio-piccolo, piramidale, con due brevi ali, semicompatto, acino medio, sferico, buccia di colore blu-nero, uniforme, consistente; resistente nei confronti della botrite, media alla peronospora; fertilità reale: 1.29; vino di colore rosso rubino con riflessi violacei, profumo vinoso, leggermente erbaceo, sapido, l'acidità si amalgama con la struttura, ricco di polifénoli e di tannini morbida si presta a breve invecchiamento (1-2 anni);

ISV Savardo 8 (Foto 3): buona la capacità produttiva, fertile, costante, plastico; predilige le zone collinari; grappolo piccolo, piramidale, semicompatto, acino sferico, medio-piccolo, buccia di colore blu-nero, uniforme, consistente; resistente alla botrite, nella media alla peronospora; fertilità reale: 1.29; vino di colore rosso rubino con riflessi violacei, profumo vinoso, leggermente erbaceo, sapido, di struttura, ricco di polifenoli, si presta a breve invecchiamento (2-3 anni) anche in barrique.
 
     

<< INDIETRO

CARMENERE  
lagrein

R. 9 sei. Ferrari: notevole vigoria, buona la fertilità, esclusa quella basale; richiede terreni magri, concimazioni controllate; di qualità; grappolo grosso, tronco-piramidale, alato (due), compatto, acino grosso, sferico, buccia consistente, polpa con sapore erbaceo marcato; normale sensibilità alle malattie crittogamiche; fertilità reale: 0.90; vino ricco di colore, con profumo erbaceo, intenso, con buona struttura ed intensità colorante, tendenzialmente tannico; non sopporta prolungati invecchiamenti (non oltre i 2-3 anni).

 
     

 

<< INDIETRO

ENANTIO  
lagrein

SMA-ISV 317: buona vigoria, produttività abbondante, costante, buona fertilità; rustico, di qualità; grappolo medio-grande, piramidale, alato (una), semi-compatto, privo di acinellatura verde, acino medio-grosso, sferico, buccia di colore uniforme, sottile, ma resistente; inferiore suscettibilità alle principali malattie crittogamiche ed al disseccamento del rachide; fertilità reale: 1.53; vino di colore rosso rubino intenso, piuttosto tannico, corposo. vivace, da consumarsi nell'annata; da uvaggio.

 
     



<< INDIETRO

ANCELLOTTA  
lagrein

FEDIT 18 CSG: vigoroso, produttività medio-elevata e costante; fertile, saltuaria colatura; grappolo medio-grande, piramidale, alato, spargolo, acino piccolo, sferico, buccia con intensa colorazione, uniforme, consistente; scarsa suscettività alla botrite; fertilità reale: 1.42; vino ricco di fruttato, vinoso, elevata intensità colorante, di pronta beva; vino da taglio, aggiunge colore ed alcole, si presta anche alla produzione di vino frizzante.

 
     



<< INDIETRO

 


 

Via Fratelli Bronzetti, 16 - 38016 Mezzocorona (TN) - Tel. 0461-619135 - Fax. 0461-600539 - Cell. 3393455682

Email: info@vivaigiovanniniromano.it