Gamaret

Cloni disponibili: Sel. IAR

Timbro Vivai Giovannini Romano

Il vitigno Gamaret è un incrocio a bacca nera ottenuto nel 1970 da André Jaquinet presso la stazione federale di Changins partendo dai vitigni Gamay e Reichensteiner (vitigno bianco tedesco). È il «fratello minore» del Garanoir, ottenuto partendo dagli stessi vitigni. Il Gamaret si trova soprattutto nei vigneti della Svizzera romanda e del Ticino, e dal 1999 è istritto al Registro nazionale varietà di vite da vino, come varietà autorizzata per la Valle d’Aosta. Ha maturazione simile al Pinot nero ma, contrariamente a quest’ultimo, resiste molto bene al marciume. Può quindi maturare più a lungo sul ceppo, dando origine a vini molto colorati, con aromi speziati e buona struttura tannica. Inizialmente il Gamaret è stato sviluppato per fornire vini da taglio dei vini indigeni, ma strada facendo si è scoperto che può dare origine a vini molto interessanti se vinificato in purezza e affinato in legno.

Fenologia
Germogliamento: da precoce a medio.

Invaiatura: precoce.

Maturazione dell'uva: precoce, come il Pinot nero, in V epoca.

Caratteristiche ed Attitudini colturali
Vigoria: media; sembra adattarsi senza particolari problemi ai portinnesti normalmente utilizzati.

Fertilità: buona, piuttosto regolare.

Resistenza ai parassiti ed altre avversità: non manifesta sensibilità peculiari; presenta un'ottima resistenza alla botrite e si conserva bene su pianta.

Utilizzazione
Il Gamaret, in purezza, da vini rossi ben colorati e strutturati, ricchi in tannini ed adatti ad un moderato invecchiamento; nel complesso un vino piacevole ed equilibrato, talvolta con note speziate. Queste caratteristiche lo rendono particolarmente interessante per l'assemblaggio con Pinot nero e Gamay; si associa altrettanto bene al Garanoir.

ROSSE VINO

Tabella Caratteristiche portainnesti
Innesti in scatola rossa

HAI BISOGNO DI AIUTO?