timbro.png

Moscato d'Amburgo

Il Moscato d’Amburgo, detto anche “Muskat Trollinger” o “Moscato nero“, è risultato dall’incrocio del Moscato d’Alessandria con la Schiava grossa. Ne risulta un vitigno a bacca nera, con acini grossi dalla buccia di colore piuttosto scarico. Le caratteristiche delle sue bacche e la lunga conservabilità del suo frutto lo rendono ideale per l’utilizzo come uva da tavola. Inoltre, i suoi vini tendono ad essere leggeri e piuttosto neutri, qualitativamente non interessanti come vini secchi, ma interessanti se vinificati come vini dolci da uve surmature o passite. Viene coltivato in Gran Bretagna, Francia e nell’Europa orientale per il consumo come uva da tavola, mentre la maggior parte dei vini prodotti proviene dalla California e dalla Grecia, soprattutto dalla regione della Tessaglia, a nord di Atene, dove si tende a vinificare le sue uve lasciate appassire al sole, a volta anche producendo vini fortificati.

Caratteristiche ed Attitudini colturali

Vigoria: generalmente buona.

Produttività: soddisfacente, se però al Moscato d'Amburgo si applicano potature un po' troppo ricche, le viti si caricano di un numero eccessivo di grappoli, i quali risultano poi male formati, di aspetto irregolare ed irregolare maturazione degli acini; in certe viti è poi facile notare un po' di acinellatura dolce oppure che la parte terminale del raspo secca anzitempo, per cui gli acini ivi inseriti rimangono più piccoli del normale e rossastri, inconveniente che si potrà probabilmente superare attraverso la selezione clonale.

Posizione del primo germoglio fruttifero: 3°-4° nodo.

Numero medio di infiorescenze per germoglio: 1-2.

Fertilità delle femminelle: quasi nulla.

Resistenza ai parassiti ed altre avversità: normale, l'uva di Moscato d'Amburgo non si presta alla conservazione in fruttaio per avere la rachide e le sue varie ramificazioni sottili ed erbacee, che facilmente disseccano ed allora diventano fragilissime

Comportamento rispetto alla moltiplicazione per innesto: normale, specialmente se si scelgono portinnesti di Berlandieri x Riparia oppure x Rupestris.

Utilizzazione

Per il consumo allo stato fresco; l'uva si presta peraltro anche alla vinificazione.

WhatsApp Image 2021-07-17 at 15.46.28.jpeg

ROSSE TAVOLA

P1170419.png

HAI BISOGNO DI AIUTO?