Neyret

Timbro Vivai Giovannini Romano

Il vitigno Neyret è caratteristico della Valle d’Aosta. Poco diffuso, con una produzione quantitativamente insignificante sia ai giorni nostri che nel passato, le pochissime citazioni presenti sul Neyret lo fanno provenire dalla vicina Francia e o dalla Svizzera, ma il suo arrivo in Valle d’Aosta è piuttosto da attribuire agli scambi commerciali con il Canavese o con il resto del Piemonte. Alcuni test eseguiti sul DNA lo fanno appartenere gruppo dei Neretti piemontesi (come il Neretto del pinerolese o lo Chatus). Il nome Neyret deriva dal colore blu nero dei suoi acini e dalla sua conseguente capacità di dare vita a un vino molto ricco di colore. I pochi filari di Neyret presenti in Valle d’Aosta si possono scovare nella zona compresa tra Arnad e Montjovet, in particolare sulla sinistra orografica della Dora, ad altitudini non molto elevate.

Caratteristiche ed Attitudini colturali

Vigoria: vitigno mediamente vigoroso, che normalmente viene allevato a filare basso, con una potatura tipo Guyot, con uno o due capi a frutto, incurvati (e talora orizzontali) fissati a spalliere di legno, con o senza fili di ferro.

Produzione: piuttosto irregolare, per frequente agnellatura, e anche colatura, specialmente in alcune annate.

Posizione del primo germoglio fruttifero: 2° nodo (generalmente).

Resistenza alle avversità: resiste bene ai freddi, e anche al marciume; resiste normalmente alle comuni malattie crittogamiche.

Moltiplicazione per innesto: buona, i portainnesti più usati nella media e bassa Valle sono il 420A, il Kober 5BB, la Rupestris du Lot, e anche il 3309.

Utilizzazione

E' vitigno tipicamente da vino; ma non viene vinificato da solo, bensì in mescolanze varie con l'uva di altri vitigni, in proporzioni non predeterminate, ma dipendenti dalla frequenza relativa della loro coltura. In generale si può dire che entra in ragione dal 4 al 10% in dette mescolanze. In esse porta colore, e giova a mitigare l'asprezza dei vini e anche un po' ad elevarne la gradazione alcoolica. Senza dare origine a vini con particolare denominazione, contribuisce però a dare buoni vini da pasto.

ROSSE VINO

Tabella Caratteristiche portainnesti
Innesti in scatola rossa

HAI BISOGNO DI AIUTO?