Timbro Vivai Giovannini Romano

Arneis

Il vitigno Arneis è diffuso in Piemonte soprattutto nella zona del Roero. In seguito allo spopolamento delle campagne e alle varie crisi del settore vitivinicolo, negli anni ’60 la presenza dell’Arneis si era ridotta fino alla quasi scomparsa, ma fu in seguito riscoperto per le sue caratteristiche enologiche e proposto come vino bianco di qualità in una terra di vini rossi. Ad oggi vi sono più di 600 ettari di vitigni Arneis in Piemonte e piccole quantità vengono coltivate anche in California, Australia e Nuova Zelanda. Il miglioramento del vitigno tramite selezione clonale ha contribuito a migliorarne e stabilizzarne le qualità enologiche. L’Arneis ha anche una piccolissima diffusione in Liguria e Sardegna. Il vitigno Arneis fa parte della famiglia delle Bianchette, presenti in Liguria e Piemonte, ed il nome fa chiaro riferimento al colore della bacca.

Negli ultimi due decenni, l’Arneis è diventato sinonimo il vitigno simbolo della zona del Roero (nonostante iin questo territorio si produca una discreta quantità di Nebbiolo). I suoi vini sono caratterizzati dalla nota floreale e dagli aromi delicati, che contrastano con un corpo relativamente pieno e le altre note più fruttate, tipicamente di pera e albicocca, arrotondate con una leggera nota di nocciola. I vini bianchi Roero Arneis, prodotti sulle rive del fiume Tanaro, si sono guadagnati il ​​soprannome di Barolo Bianco. Ci sono varie spiegazioni possibili per il declino dell’Arneis negli ultimi anni del 20° secolo. Il Piemonte è da sempre una regione famosa per i suoi vini rossi, per cui i vitigni a bacca bianca sono stati spesso relegati in vigneti con posizioni meno desiderabili. A volte le vigne di Arneis venivano piantate vicino a quelle di Nebbiolo, ma più che altro per proteggere quest’ultime. Infatti il profumo più forte dell’uva Arneis distraeva gli uccelli affamati e gli insetti lontano dal più pregiato Nebbiolo. Infine, l’Arneis pone dei problemi colturali non trascurabili: è sensibile alle muffe e, nelle stagioni calde, lotta per mantenere livelli accettabili di acidità. Al di fuori del Roero, vini Arneis varietali sono prodotti nelle colline delle Langhe immediatamente a sud e nelle Terre Alfieri a nord-est (vicino ad Asti).

Caratteristiche ed Attitudini colturali

Vigoria: la coltivazione si attua in prevalenza nelle buone esposizioni e sui terreni più leggeri (sabbiosi dell'Astiano), tipici della zona. In queste condizioni, la vigoria e la fertilità dell'" Arneis" risultano molto buone e ben superiori a quella della tradizionale "Favorita d'Alba", non solo, ma è anche più elevata rispetto ai dominanti vitigni neri, "Barbera" compreso. L'allevamento comunemente adottato è di media altezza, con potatura tipo Guyot arricchito, ad un solo capo a frutto come di consueto, ma di 10-12 gemme e pertanto di lunghezza superiore al normale.

Produzione: abbondante e costante, giunge mediamente q.li 150 per ettaro, contro gli 80-100 quintali degli altri vitigni.

Posizione del primo germoglio fruttifero: 2°-3° nodo.

Numero medio di infiorescenze per germoglio: normalmente 2.

Fertilità delle femminelle: saltuaria e scarsa.

Resistenza alle avversità: possiede una buona resistenza alle avversità meteoriche, alla peronospora e marciume dell'uva; 1'"Arneis" è invece alquanto recettivo all'oidio. L'uva si conserva abbastanza a lungo in fruttaio.

Comportamento rispetto alla moltiplicazione per innesto: ha dimostrato costantemente di possedere una buona affinità con i vari portinnesti usati: un tempo Rupestris du Lot ed oggi con i dominanti Berl. x Rip. 420 A e Berl. x Rip. Kober 5BB.

Utilizzazione

L'uva dell'"Arneis" viene utilizzata esclusivamente per la vinificazione, ma manca in commercio un vino di tale nome, perché normalmente l'uva viene mescolata, con il ruolo quantitativo dominante, ad altri vitigni bianchi della zona: "Favorita" soprattutto e talvolta anche "Cortese". Non di rado però frazioni piuttosto limitate di uve dell'"Arneis" vengono aggiunte a quella di "Barbera", ovvero a mescolanze di altri vitigni neri della zona quando il "Barbera" prevale, al fine di ottenere un vino più gentile e di più pronta leva.

Tabella Caratteristiche portainnesti

BIANCHE VINO

Innesti in scatola rossa

HAI BISOGNO DI AIUTO?