Timbro Vivai Giovannini Romano

Bronner

Cloni disponibili: Sel. VGR

Vitigno a bacca bianca, ottenuto
nel 1975 dall’Istituto di Ricerca di
Friburgo. È frutto dell’incrocio tra il
Merzling e il Geisenheim 6494.

Epoca di maturazione media, simile
a Chardonnay.

Varietà che permette di ottenere
vini fruttati (mela verde, banana),
talvolta con sentori di fieno, tabacco
e miele (Riesling), in relazione
alla tecnica enologica adottata
il potenziale aromatico varietale permette di ottenere vini con note
di pompelmo rosa e frutta tropicale.
In bocca i vini risultano snelli
poco grassi con buona acidità e
sapidità. Ha una buona attitudine
anche come base spumante.

Consigliabili 3 trattamenti fitosanitari
a seconda dell’andamento stagionale
e del microclima in cui viene
messa a dimora questa varietà.
Possiede un’ottima resistenza alla
peronospora e buona resistenza
all’oidio.

Crescita: veloce e abbastanza verticale. Durante una forte crescita i tralci possono piegarsi.

Raccolto: normalmente si formano 2 o 3 grappoli compatti, pesanti, di grandezza media con bacche medie. Vista la grande fertilità vanno diradati i grappoli in modo che il peso sulla vite non superi 1,5-1.8 kg. Questa è la combinazione perfetta per la qualità migliore.

Vendemmia: va raccolta un paio di giorni dopo il Pinot Grigio e Bianco.

Gradazione zuccherina: 18.5° fino a 20° Babo.

Terra di Mach - Speciale FEM e varietà resistenti per il Trentino
Vitigni Resistenti - Lieselehof

Tabella Caratteristiche portainnesti

RESISTENTI

Innesti in scatola rossa

HAI BISOGNO DI AIUTO?