Cabernet Franc

Cloni disponibili: I-ISV Savardo 7, Ampelos TEA 1, Ampelos TEA 3

Timbro Vivai Giovannini Romano

Il vitigno Cabernet franc ha origine nella zona della Gironda (Bordeaux), in Francia. Viene utilizzato spesso assieme al Cabernet-Sauvignon e al Merlot per dare vita a quello che viene chiamato “Taglio Bordolese“. Il Cabernet franc preferisce suoli sabbiosi e pietrosi o a tendenza calcarea (in genere presenti nel Bordolese, dove il vitigno sta però perdendo posizioni nella composizione delle cuvée a vantaggio del Cabernet Sauvignon). Il Cabernet Franc è anche diffuso in tutto il Nord America, in Cile e Argentina, Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda. L’Italia è stata considerata per molto tempo una delle patrie del Cabernet Franc, anche se recentemente si è scoperto che gran parte delle migliaia di ettari in Veneto e Lombardia sono in realtà Carmenère.

Friuli-Venezia Giulia e Toscana sono le regioni italiane dove si producono i migliori Cabernet Franc in purezza, in particolare nella regione di Bolgheri dove l’uva è apprezzata per l’equilibrio e l’eleganza che porta ai vini.Il Cabernet franc resiste piuttosto bene ai climi rigidi ed è più precoce del Cabernet sauvignon, rispetto al quale è meno tannico, infatti per questo motivo lo si usa spesso per dare equilibrio ai vini. Dal punto di vista sensoriale, il Cabernet Franc è uno dei vini rossi più facili da riconoscere, anche da parte di chi si avvicina al mondo del vino. Infatti il suo alto contenuto di pirazine marca con inconfondibili tracce fumé e di peperone. Se l’uva ha raggiunto una maturazione eccellente il vino risulta elegante e screziato di eleganti note affumicate, altrimenti i richiami di peperone e pepe sono bruschi e rendono il vino molto verde e poco piacevole.

Fenologia
Condizioni d'osservazione: Si considerano quelle riguardanti la collezione della Stazione sperimentale di Viticoltura e di Enologia di Conegliano, nella quale il clone è stato introdotto.

Ubicazione
Per l'ubicazione, il clima, il terreno, ecc., nonché le fasi vegetative della vite ed il calendario di maturazione dell'uva, si rimanda ad una delle seguenti monografie ampelografiche pubblicate in precedenza : "Tocai friulano", "Riesling italico", "Raboso Piave", "Raboso veronese", "Pinella".

Fenomeni vegetativi
Germogliamento : medio (dal 13 al 22 aprile).

Fioritura: media (prima quindicina di giugno).

Invaiatura: media (dal 14 al 26 agosto).

Maturazione dell'uva: 4a epoca (dal 1° al 15 ottobre).

Caduta delle foglie: media (prima quindicina di novembre).

Caratteristiche ed Attitudini colturali
Vigoria: notevole, tanto che esige potatura lunga e ricca e si adatta ottimamente a forme espanse di allevamento.

Produzione: abbondante e costante (nei ceppi non soggetti a colatura), di ottima qualità, soprattutto nei terreni di collina. Il "Cabernet franc" attualmente in coltura presenta diversi ceppi "coulards"; in questo caso i grappoli risultano molto spargoli. Il clone descritto appartiene invece ad una recente selezione (realizzata da uno degli scriventi ed ora in via di propagazione) nella quale l'inconveniente lamentato può considerarsi pressoché eliminato.

Posizione del 1° germoglio fruttifero: 2°-3° nodo.

Numero medio d'infiorescenze per germoglio: 1-2.

Fertilità delle femminelle: molto scarsa.

Resistenza alle malattie: normale.

Comportamento rispetto alla moltiplicazione per innesto: normale.

Utilizzazione
Esclusivamente per la vinificazione.

ROSSE VINO

Tabella Caratteristiche portainnesti
Innesti in scatola rossa

HAI BISOGNO DI AIUTO?