Timbro Vivai Giovannini Romano

Goldtraminer

Cloni disponibili: ISMA-AVIT 3001

Il Goldtraminer è un vitigno a bacca bianca del Trentino Alto Adige, noto anche come Incrocio Rigotti 84-11. Il Goldtraminer è stato ottenuto nel 1947 dal ricercatore Rebo Rigotti per incrocio delle varietà Gewürztraminer e Trebbiano toscano e solo recentemente riscoperto grazie alla sperimentazione dell’Istituto di San Michele all’Adige. Il Goldtraminer mantiene molte delle caratteristiche del Gewürztraminer da cui deriva, tra le quali l’intensa aromaticità e la resistenza della buccia, che lo rende particolarmente adatto alle vendemmie tardive. Il Goldtraminer preferisce terreni collinari fertili con buona esposizione solare, ha buona produzione ed è abbastanza resistente all’oidio e alla botrite, non teme i freddi invernali. Il grappolo del Goldtraminer è di media grandezza, conico, spargolo, l’acino è medio, ellittico, con buccia spessa e consistente, di colore verde-gialla.

Il vino ottenuto vinificando il vitigno Goldtraminer in purezza ha un colore giallo paglierino con riflessi dorati. Il profumo è complesso, con note di pesca, albicocca, fino alla frutta sovramatura. In bocca risulta avvolgente, aromatico, intenso, fresco, con buona acidità e alcolicità, persistente, di corpo. Il Goldtraminer nella versione vendemmia tardiva si abbina e con formaggi erborinati e dessert, da bere ad una temperatura di 8°-10°.

Fenologia
Epoca di germogliamento: precoce

Epoca di fioritura: medio/prec.

Epoca di invaiatura: medio/prec.

Epoca di maturazione: III/IV epoca (idoneo alla sovramaturazione)

Colorazione delle foglie in autunno: giallo

Dati produttivi

Fertilità reale delle gemme: 1,31

Fertilità potenziale: 1,58

Posizione del primo grappolo: 2a-3a gemma

Produzione di uva per vite (Kg): 3,435

Rendimento ad ettaro (q.): 103,5

Peso medio grappolo (g): 175

Peso medio acino (g): 1,58

Zuccheri (gradi Babo): 18,80

Acidità tot. (g/l): 5,55

pH: 3,12

Caratteristiche ed Attitudini colturali
Vitigno di buona vigoria con fasi fenologiche abbastanza precoci. Acino medio con buccia particolarmente resistente (sia il grappolo che l'acino sono più grossi rispetto a quelli di Traminer, ma di forma simile). Presenta un grappolo medio, leggermente spargolo e di color giallo-oro, tanto che per questo vitigno è stata proposta la denominazione Gold-Traminer. Buona produzione ed ottima resistenza alla Botrytis. La maturazione fisiologica si situa in seconda epoca, tuttavia, in conseguenza sia delle caratteristiche aromatiche che fisiche della buccia, piuttosto spessa e resistente agli attacchi di botrytis anche in annate favorevoli al fungo, il "Goldtraminer" è un vitigno particolarmente idoneo alla produzione di vini da vendemmia tardiva. In quest'ottica i vini risultanti sono molto aromatici, ricordando una tipologia di Traminer. Anche l'acidità totale è buona. Sopporta bene i freddi invernali e mostra una buona resistenza, oltre che a quella già citata alla botrite, anche all'oidio. Preferisce terreni di collina di media fertilità, ma si adatta anche in quelli meno dotati.

Comportamento nella moltiplicazioni vegetativa
Affinità d'innesto con i più diffusi portinnesti - 3) buona

Utilizzazione
Vitigno particolarmente indicato per la produzione di vini aromatici a vendemmia tardiva (sulla tipologia dei vini "passiti" da vendemmie tardive). La particolare resistenza alla botrite fa si che non sussistano problemi di marciumi nemmeno nelle annate più sfavorevoli; il fungo si presenta, infatti, soprattutto in forma larvata.

Tabella Caratteristiche portainnesti

BIANCHE VINO

Innesti in scatola rossa

HAI BISOGNO DI AIUTO?